Comunicati stampa

10 feb 2020 13:11
BFF BANKING GROUP: RISULTATI FINANZIARI CONSOLIDATI 2019
Il Consiglio di Amministrazione di Banca Farmafactoring S.p.A. ha approvato oggi gli schemi di bilancio consolidati dell’esercizio 2019.

Punti principali:

  • Utile Netto Rettificato di €98,8 mln (+8% a/a), con un RoTE Rettificato del 38% vs. 37% nel 2018
  • €70,9 mln di Monte Dividendi Atteso: pay-out ratio del 72% dell’Utile Netto Rettificato, dividendo a €0,415 per azione, corrispondente a un dividend yield del 7,3%
  • Total Capital Ratio e CET1 Ratio[1] al 15,0% e 10,9%, escludendo il Monte Dividendi Atteso
  • Margine di Interesse Rettificato in crescita del 6% a/a, nonostante €2,7 mln in meno di over-recovery nette sugli IdM rispetto al 2018, e con un fondo IdM fuori bilancio e non transitati a conto economico in aumento di €40 mln su base annua a €396 mln
  • Crediti Netti verso la clientela in crescita anno su anno del 15% a €4.118 mln (+11% a/a escludendo i €137 mln di IOS Finance), di cui il 41% fuori dall’Italia rispetto al 35% a fine 2018
  • Crescita dei volumi, in aumento su base annua del 3% a €4,9 mld (escludendo IOS Finance). IOS Finance ha registrato una crescita del 26% a/a
  • Solidi indicatori di liquidità, con LCR al 476,9% a fine dicembre 2019
  • Crediti Deteriorati Netti diminuiti dell’11% vs. fine 2018, con l’83% verso il settore pubblico. Il rapporto Sofferenze Nette/Crediti Netti in calo allo 0,1% (escludendo i Comuni italiani in dissesto).
  • I Crediti Deteriorati Netti verso il settore privato sono scesi del 54% rispetto a fine 2018
  • Costo del Rischio annualizzato pari a 6 punti base, 3 punti base escludendo il factoring polacco verso le PMI in run-off

 

Milano, 10 febbraio 2020 – Il Consiglio di Amministrazione di Banca Farmafactoring S.p.A. (BFF) ha approvato in data odierna gli schemi di bilancio consolidati dell’esercizio 2019. L'acquisizione di IOS Finance è stata perfezionata il 30 settembre 2019, pertanto i dati di conto economico del presente comunicato stampa (sia rettificati che contabili) includono IOS Finance solo per il 4° trimestre 2019, con un impatto marginale sui risultati del Gruppo. Tutti i costi straordinari relativi all'acquisizione (sostenuti e stimati da sostenere per l'integrazione) per €1,3 mln (al netto delle imposte) e l'impatto positivo netto straordinario derivante dall’affrancamento dell’avviamento per €1,5 mln sono già stati spesati nei dati del conto economico consolidato 2019.

 

Massimiliano Belingheri, Amministratore Delegato, ha commentato: “Il 2019 è stato per noi un anno record in termini di utili, ritorno sul capitale, crescita dei crediti, controllo dei rischi. Continuiamo a fornire un elevato flusso di dividendi ai nostri azionisti. La nostra strategia di crescita internazionale continua a dare i suoi frutti, con il 41% del nostro portafoglio prestiti ora al di fuori del nostro paese d'origine, permettendo di servire meglio le esigenze dei nostri clienti. Abbiamo continuato a investire nel business e nelle iniziative che sosterranno la crescita redditizia del business per molti anni a venire, insieme alle linee guida indicate nel nostro piano "BFF 2023". Con l'acquisizione di IOS Finance abbiamo ulteriormente rafforzato il nostro business spagnolo e realizzato la nostra strategia di M&A. Con i nuovi colleghi di IOS e con i numerosi professionisti che si sono uniti a noi quest'anno, abbiamo piantato più semi per crescere”.

 

[1] Calcolati sul perimetro del Gruppo Bancario (ai sensi del TUB – Testo Unico Bancario).